• Lun. Giu 21st, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Napoli, attività deserte nel centro storico: “Rischiamo di essere sostituiti dai negozi cinesi”

La voce – l’unica – che si sente nel silenzio delle strade dei Decumani di Napoli è quella dei commercianti: “Qui si fa la fame”. “Il periodo di Pasqua era un momento buono, ma questo è il secondo anno che qui non passa nessuno”, è il grido dei gestori di attività nel centro storico. Una zona che col tempo si è svuotata di residenti e riempita di piccoli hotel e Bed&Breakfast, che oggi sono vuoti per via del blocco al turismo e lasciano quindi a bocca asciutta chi ogni giorno, con i suoi prodotti, offriva un souvenir o un’esperienza culinaria ai visitatori della città.

A Repubblica il portavoce dei bottegai dei presepi, Gabriele Casillo, rivela di aver chiesto “aiuti concreti” a tutte le istituzioni “per salvare l’antica tradizione e culturale dell’arte presepiale delle botteghe di via San Gregorio Armeno”. “Rischiamo di essere sostituiti con attività di cineserie e ristorazione – denuncia – ponendo così fine all’unicità di questa strada”.

Chiedono – come tutti gli altri imprenditori in sofferenza della zona – sgravi fiscali, sostegno economico nelle spese e finanziamenti a fondo perduto e in parte agevolato. Turisti in giro non se ne vedono, e i napoletani che passano ed entrano nei negozi non sono abbastanza per tenere accese le luci.

“Speriamo vada meglio con le vendite online”, dice il proprietario di una libreria. Anche i negozi di abbigliamento si sono attrezzati: foto ai capi e maggior cura del sito e della mailing list.

Non se la passano meglio le strutture ricettive: Federalberghi Napoli calcola 10 milioni di perdite (il 90 per cento in meno di due anni fa), mentre bar e ristoranti ne calcolano 100. Nelle festività arriva anche lo stop ai trasporti pubblici: la linea 1 della metropolitana resterà chiusa per l’intera giornata di domenica e lunedì di Pasqua.

Negli stessi giorni, sarà sospeso anche il servizio delle funicolari: interamente Chiaia, mentre la Centrale e Montesanto il 4 aprile resteranno aperte solo la mattina dalle 7 alle 13 e il 5 funzioneranno con regolare orario festivo

L’articolo Napoli, attività deserte nel centro storico: “Rischiamo di essere sostituiti dai negozi cinesi” proviene da Il Riformista.