• Ven. Giu 25th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

La protesta dei ristoratori: “Bloccheremo l’autostrada”

di Maurizio Papa e Davide Landi

BOLOGNA – “Vogliamo solo lavorare“. Lo urlano i ristoratori che oggi si sono mossi da tutta Italia, così spiegano, per radunarsi nel piazzale dell’Autogrill di Cantagallo lungo il tratto dell’A1 che corre sul territorio bolognese. “O ci autorizzate a lavorare o ci autorizzate a delinquere: non ci sono alternative”, dicono i portavoce della manifestazione in una specie di conferenza stampa improvvisata.

È stato preannunciato un “gesto plateale” e l’ipotesi e che i ristoratori intendano bloccare l’Autostrada, ma per il momento si aspetta l’arrivo di altri manifestanti e poi si terrà una riunione per decidere il da farsi. Una cinquantina gli esercenti presenti per ora.

Sul posto anche Polizia e Carabinieri. “Non vogliamo scontrarci con loro”, raccomanda un portavoce della protesta: “Non sono loro il nostro nemico e invitiamo alla massima collaborazione”, perché “non è il momento di ‘scaldate di testa’, anche se ce ne sarebbero tutti i motivi”.

Un paio di striscioni sono stati affissi sulle barriere dell’Autostrada, rivolti verso le auto in transito: recitano “Sos” e “Sostegni ridicoli”. Si protesta anche per la “disparità di trattamento” con altre attività: “Nell’Autogrill qui a fianco si può pranzare? Allora sono cugino di Benetton, fate aprire anche a me”, urla uno tra i ristoratori più infervorati.

FAVIA ANNUNCIA: “BLOCCHEREMO LA A1”

Bloccheremo l’A1“. Lo annuncia il ristoratore bolognese Giovanni Favia dal piazzale dell’Autogrill di Cantagallo, dove si sono radunati esercenti in protesta contro le chiusure arrivati da più parti d’Italia.

Nel corso di una breve riunione, i ristoratori (ma ci sono anche altre categorie colpite dalle chiusure: parla anche un’ambulante bolognese, ad esempio) hanno deciso di far partire un “autocorteo”, spiega Favia: imboccheranno l’Autostrada per poi disporsi in file da tre occupando la carreggiata. “Sappiamo che è un reato“, aggiunge Favia, “ma la situazione è disperata”.

LA POLIZIA ARGINA LA PROTESTA, I MANIFESTANTI BLOCCANO L’AUTOGRILL

Per il momento fallisce il tentativo del ristoratori ‘ribelli’ di bloccare l’A1. C’è stata una trattativa con le Forze dell’ordine ma alla fine “la Polizia ha disposto i blindati per bloccarci“, dice al megafono Giovanni Favia aggiornando gli altri manifestanti, quando ormai diversi mezzi degli esercenti erano già indirizzati verso l’uscita del piazzale di parcheggio. Esclusa l’idea di forzare lo stop (“Non è la Polizia il nostro nemico”), la decisione presa è “bloccare l’Autogrill”, aggiunge Favia: a piedi, i ristoratori contano di dividersi in due gruppi e raggiungere sia il lato ovest che quello est della stazione di servizio. “Siamo arrivati fin qui e ora dobbiamo fare gli scontri”, mugugna qualcuno dalle retrovie. Manifestanti e furgoni continuano di fatto a impedire l’uscita degli altri mezzi dal piazzale, con i primi segnali di nervosismo da parte dei camionisti.

L’articolo La protesta dei ristoratori: “Bloccheremo l’autostrada” proviene da Dire.it.